SCOPRI DI PIù

Bartleby lo Scrivano

In un mondo di si, “Preferirei di no”.


Avete tempo (ma poco) e avete voglia di leggere un racconto breve e intenso?

Ce l’ho!

“Bartleby lo Scrivano” di Herman Melville

Nel vasto panorama della letteratura, poche opere sono riuscite a catturare l’essenza dell’umanità e del lavoro come “Bartleby lo Scrivano”.

Pubblicato nel 1853, questo breve racconto è diventato un capolavoro dell’epoca moderna, incastonato nella nostra coscienza collettiva come una parabola sulla ribellione silenziosa contro le catene del lavoro e dell’utilitarismo.

Al centro della narrazione c’è Bartleby, uno scrivano taciturno e trascurato, la cui esistenza stessa sembra una protesta contro la frenesia dell’America industriale del XIX secolo.

La sua risposta costante a ogni richiesta, “Preferirei di no”, diventa un mantra che sfida le aspettative e le convenzioni della società.

Melville ci presenta una storia “senza trama” in apparenza, ma che è intrisa di significato.

I personaggi che popolano il mondo di Bartleby possono sembrare vuoti, ma sotto la superficie si nasconde una vivacità sorprendente.

Tutti tranne Bartleby.

Con il suo rifiuto persistente e impassibile di conformarsi, diventa un enigma, un mistero che sconvolge le fondamenta dell’ordine sociale.

Ciò che rende “Bartleby lo Scrivano” così straordinario è la sua capacità di riflettere le tensioni e le contraddizioni della vita moderna.

In un’epoca in cui il lavoro è venerato come un valore supremo e l’ozio è visto come un peccato, Bartleby rappresenta una sfida al sistema.

La sua non scelta diventa una filosofia di vita, un atto di resistenza contro l’oppressione delle convenzioni sociali.

Il racconto offre anche uno sguardo nel processo creativo di Melville attraverso un compendio di lettere che evidenziano la difficile gestazione del racconto.

Questo ci permette di apprezzare non solo il risultato finale, ma anche il lavoro e la riflessione che lo hanno preceduto.

In un’epoca in cui il concetto di smart working e work-life balance è sempre più discusso, “Bartleby lo Scrivano” assume un significato ancora più rilevante.

La sua ribellione silenziosa ci invita a interrogarci sul significato del lavoro e sull’importanza dell’autodeterminazione.

In un mondo che ci spinge costantemente a fare di più, forse ciò di cui abbiamo davvero bisogno è il coraggio di dire “preferirei di no”.

© Copyright 2023
  – All rights reserved – Mariagrazia Balducchi – HRPM
Privacy Policy