SCOPRI DI PIù

Diversa-Mente Insieme

Per il II convegno Nazionale APOI sono stata chiamata a condividere la mia esperienza con i colleghi

Reading Time: 2′


L’evento Nazionale degli associati APOI (Associazione Professional Organizer Italia), che lo scorso anno si è tenuto a Bergamo, è stato fatto in streaming il 7 novembre 2020.

Il tema non poteva essere che la diversità: diversità nello stare insieme, mentalità diversa e la ricerca di un nuovo mindset.

Come tutte le professioni anche noi consulenti dell’organizzazione ci siamo dovuti adeguare, portando buona parte delle nostre consulenze on line e adattandoci ai bisogni emersi in tema di organizzazione personale. Soprattutto per chi, come me, segue le aziende e si occupa di lavoratori (di solito mamme lavoratrici) c’è stato un incremento delle attività dovute al lockdown che ha portato le persone a lavorare da casa e ad approciarsi allo Smart Working.

Lavorare da casa ha imposto ragionamenti non solo sull’organizzazione del lavoro, ma nache a rivedere i propri spazi. La Pandemia ha reso evidenti molti temi che per noi Professional Organizer erano chiari da tempo: necessità di riorganizzare le risorse esauribili quali tempo, spazioe ed energie fisiche e mentali.

A tutti gli effetti il 2020 ha rappresento un anno di svolta per la professione: gli ha dato visibilità, al punto che la parola decluttering è diventata di uso comune.

Il programma della giornata è stato ricco. Abbiamo avuto il piacere di ospitare Annamaria Anelli, business writer, che ci ha dato dei consigli su come raccontare meglio il nostro lavoro (essendo una professione nuova per divulgarla ci stiamo tutte lavorando!).

Ha fatto seguito il primo Pannel, dal titolo Virtual Organizing che ha ospitato le colleghe Elena Dossi del progetto Rinchiudetely, Myriam Sabolla di The Food Sister, Selina Angelini di SempliceMente e Alessandra Janoušek specializzata in disorganizzazione cronica.

Il secondo Pannel invece era dedicato al Professional Organizer imprenditore e, con grande piacere, sono stata chiamata a partecipare come testimonial insieme ad altri colleghi come l’influencer Erika Lombardo di L’Armadio di Grace!, Andrea Zanferrari ed Elena Farina.

Parlare a questo evento come testimonial della categoria “Intra-prenditore” (colui che è intraprendente e intraprende una nuova professione) è stato molto emozionante. Ho scelto di raccontare ai colleghi la mia esperienza con l’istituto del Microcredito. La ricerca di liquidità è la prima cosa da fare per avviare un attività e posso vantarmi di aver convinto una banca a darmi un finanziamento parlando di piegatura dei calzini! Scherzi a parte: quando all’epoca chiesi un gruzzolo per investire nel progetto Human Resources & Productivity Management non sapevo dove sarei arrivata, non sapevo esattamente cosa avrei fatto. Sapevo solo che ci sarei riuscita perchè avevo una forte convinzione e dei valori forti che volevo comunicare al mondo esercitando una professione: produttività sostenibile, benessere e tempo di qualità con i propri cari e con se stessi. Mai avrei immaginato che sarebbe servita una Pandemia per avvicinare buona parte delle persone a questi valori!

© Copyright 2019
P.IVA 04399270166 – All rights reserved
Privacy Policy