SCOPRI DI PIù

Ispirarsi al grande Gatsby

Spunti letterari per una routine perfetta

Reading time: 2′


Dopo il film con l’interpretazione di Leonardo Di Caprio immagino che il personaggio sia entrato a far parte dell’immaginario comune, simbolo di sfrenata ricchezza ed eterna solitudine. Il libro “Il Grande Gatsby” di F. Scott Fitzgerald non è stato il libro più bello che ho letto ma ci ho dedicato attenzione ai minimi dettagli. Il mio professore di Letteratura Anglo-Americana, Stefano Rosso, faceva domande del tipo “come si chiama il pianista” di quella minuscola scena? Naturalmente questo genere di domande ti segnano per sempre. Fra i vari dettagli del libro uno mi è rimasto impresso in maniera indelebile: la lista che il personaggio – un giovane Gatsby – aveva annotato su un libro che stava leggendo.

Eccola qui:

  • Sveglia (ore 6.00)
  • Esercizi coi manubri e al muro (ore 6.15 – 6.30)
  • Studio dell’elettricità ecc. (ore 7.15 – 8.15)
  • Lavoro (ore 8.30 – 16.30)
  • Baseball e sport vari (ore 16.30 – 17.00)
  • Esercizi d’eloquenza e di contegno e come migliorare (ore 17.00 – 18.00)
  • Studio di invenzioni utili (ore 18.00 – 19.00)

Decisioni generali

  • Non sprecare tempo con Shafter e (nome illeggibile)
  • Smettere di fumare e di masticare gomma
  • Fare il bagno un giorno si e uno no
  • Leggere un libro o una rivista istruttiva alla settimana
  • Risparmiare 5.00 dollari (cancellato) 3.00 dollari alla settimana
  • Essere più buono coi genitori

Poche righe dopo la lista, uno dei personaggi dice: “Non fa vedere come era? Jimmy non poteva non avere successo. Prendeva sempre qualche decisione del genere. Avete notato che importanza dava alla cultura? E’ sempre stato grande per questo […]”.

Questa lista mi ha fatto percepire il peso dei gesti quotidiani nella cultura anglo-americana. Non a caso Fitzgerald l’ha inserita: descrive un successo che prima o poi arriva grazie a costanza e disciplina. Questa pillola di letteratura è l’esempio perfetto per far capire cosa significhi darsi obiettivi concreti e di miglioramento.

Il productivity management si basa sul concetto semplice della routine: aver chiaro in testa quali sono i piccoli passi da ripercorrere ogni giorno e che portano al raggiungimento di grandi obiettivi. Attraverso più azioni nell’arco della giornata una persona può arrivare ed ottenere grandi risultati con il solo utilizzo delle proprie risorse personali. Un elenco di attività da svolgere è un allenamento per la forza di volontà.

La lista di Gatsby è un esempio perfetto da cui prendere spunto per costruire una propria routine:

  • sveglia presto
  • esercizi fisici
  • studio di argomenti nuovi
  • la dedizione al lavoro senza che questa diventi l’unico motivo di vita
  • esercizi per migliorare il comportamento in società
  • il tempo preso per dedicarsi a nuovi progetti innovativi
  • decisioni da prendere

Il Grande Gatsby, come molti americani di successo e intrisi della cultura del self-made man, è riuscito a fare buona parte di quel che sperava di ottenere in gioventù. Sappiamo che a quel successo incredibile potrebbe aver contribuito qualche attività illecita. Ma questa è un’altra storia.

Piccola challenge: organizzatevi una nuova routine oppure ispiratevi a quella del grande Gatsby. Cercate di seguirla giorno per giorno per almeno 21 giorni. E’ un’impresa titanica o sentite di potercela fare? Al posto di esercizi di eloquenza e contegno mettete “allenarmi alla gentilezza“. Se in tanti lo facessimo il mondo ne risentirebbe in positivo.

© Copyright 2019
P.IVA 04399270166 – All rights reserved
Privacy Policy