SCOPRI DI PIù

Just a question, Mr Buffett!

Il metodo del multimiliardario Warren Buffett

Reading time: 2′


A volte un’azienda si ritrova con una squadra di ottimi collaboratori. Creare un gruppo e avere un’ottima squadra non è da tutti. Non tutti sono allo stesso livello ed è difficile creare sintonia sperando che tutti collaborino focalizzati sulle stesse priorità organizzative. Servono metodi.

Condividere strumenti comuni o dare delle indicazioni generali diventa strategico da parte dei responsabili per assicurarsi un’impostazione del lavoro che restituisca il massimo dei risultati.

Uno dei metodi più famosi per identificare le priorità è l’elenco del multimiliardario ed economista Warren Buffett. Mr Buffett, imprenditore ed economista statunitense, è risultato il terzo uomo più ricco del mondo occidentale dopo Bill Gates e Jeff Bezos (1).

Il metodo è molto semplice e consiste nei seguenti punti:

  • far predisporre alla risorsa un elenco di tutte le attività di cui si dovrà occupare nell’arco della giornata
  • esse dovranno essere svolte in ordine di lista
  • solo quando un’azione è conclusa si può passare a quella successiva

Man mano che si prosegue con la lista i punti vanno cancellati. Visivamente questo lavoro dà una soddisfazione immediata e rende evidente il progresso delle attività.

Sembra facile, ma per compilare e seguire una lista efficace bisogna aver chiaro quali sono le priorità dell’azienda e per imparare ad identificare le priorità bisogna fare molto esercizio e avere una visione molto ampia delle attività.

Al riguardo c’è un aneddoto su Warren Buffett (2). Un suo collaboratore gli chiese come aveva fatto a diventare una persona di successo. Buffett disse al suo collaboratore di scrivere 25 obiettivi relativi al suo lavoro in generale (non stiamo parlando di attività giornaliere). Il collaboratore, dopo un attimo di riflessione, scrisse l’elenco.

In seguito Buffett gli chiese di cerchiare i 5 obiettivi che – secondo la risorsa –  erano i più importanti. Il collaboratore lo fece.

A quel punto si ritrovò con 2 liste:

  • su una erano presenti i 5 obiettivi ritenuti più importanti
  • mentre la lista numero due riportava le attività che non erano state cerchiate

Buffett gli chiese da quale lista sarebbe partito per svolgere i compiti. Risposta: naturalmente la lista con i 5 obiettivi. Il collaboratore aggiunse che avrebbe svolto le altre attività ad intervalli regolari ma Buffett lo contraddisse dicendo che  tutto quello che non aveva cerchiato non era veramente importante e andava eliminato.

Eliminare le attività meno importanti porta ad un alleggerimento del carico mentale di lavoro, più focus sugli obiettivi strategici, meno distrazioni e un rendimento maggiore in termine di produttività. La competenza richiesta è la capacità decisionale per identificare le aree di intervento. Nel lavoro e nella vita. Questa competenza è richiesta a chi occupa posizioni strategiche ma deve diventare uno strumento anche per i collaboratori più operativi se vogliamo aziende più innovative.

Decidere di adottare le liste di Buffett, come metodo organizzativo, impone un distacco momentaneo dalle distrazioni: è necessario isolarsi, lontani da dispositivi tecnologici, conversazioni informali, per operare una selezione che determinerà il volume complessivo del lavoro nell’arco della giornata.

La difficoltà maggiore sta nel creare liste fattibili avendo piena consapevolezza del tempo a disposizione e del numero di persone coinvolte.

Intanto, anche solo per rendervi consapevoli delle difficoltà che stanno dietro alla realizzazione di queste liste prendete un foglio, scrivete quali sono i 25 obiettivi che vi porteranno alla ricchezza – considerando sia la sfera lavorativa che quella personale – e cerchiate i 5 che per voi sono prioritari.

Se in questo elenco non si trovano affetti, soddisfazione lavorativa e il tempo per un buon libro rivedete la vostra giornata: siete lontani dalla strada che vi farà pensare di essere ricchi.


Fonti:

(1) https://it.wikipedia.org/wiki/Warren_Buffett

(2) “The Warren Buffett Way”, RG Hagstrom

© Copyright 2019
P.IVA 04399270166 – All rights reserved
Privacy Policy